Risultati della ricerca

Filosofia

filosofia-provv

Arca Impresa, dal 2000 ad oggi, ha scelto come filosofia di vita, quella di dare si la singolarità e la privacy necessaria e tanto desiderata, ma estraendo e ottimizzando soprattutto dal patrimonio edilizio esistente, in disuso, ristrutturandolo e progettandolo in modo tale da riunire in massa, molte tipologie costruttive riuscendovi a convogliare in un unico edificio più necessità e gusti.

OTTIMIZZARE LE RISORSE A DISPOSIZIONE

L’ottimizzazione della costruzione, l’attenzione alle emissioni sia in fase di lavorazione che dopo, una volta abitato, è una delle priorità di Arca, inquinare il meno possibile, con una rendita costante e duratura nel tempo sia dal punto di vista della salute che economico, smorzando i costi vivi della gestione abitativa.
La ricerca costante di tecniche costruttive nuove, materiali eco e bio compatibili, la voglia di dare sempre di più per la salubrità del patrimonio ambientale e la soddisfazione del cliente, amplia il portfolio di attività progettuale-costruttiva di Arca.

villetta

VOGLIA DI CASA, VOGLIA DI PRIVACY

L’esigenza di un’abitazione, di un guscio protettivo, è una delle necessità primordiali dell’uomo, che nel tempo ha subito un’evoluzione veloce e dettagliata derivante da particolari periodi storici, economici e mode delle varie epoche.
Nel dopoguerra, l’idea di abitazione, soprattutto in Italia, è cambiata notevolmente, spingendo l’uomo a cercare la casa privata, possibilmente singola,  con un pò di giardino, tutto per la voglia di privacy, vige il sentimento che “ognuno è re del proprio castello”.
Con l’andare avanti negli anni, il boom economico ha fatto si che l’espansione urbana esplodesse velocemente, andando a saturate tutte le potenziali (e non) aree verdi “ideali” dove poter vivere.
Alle soglie del 2000, l’Italia, e nel nostro caso specifico la Toscana, si è ritrovata saturata da tante piccole unità, compromettendo il verde naturale al cemento e laterizio, consuetudine “classica” della mentalità progettuale Italiana.